Giuseppe Severini - Via Santa Caterinella, 21

95036 Randazzo (CT)
info@liuteriaseverini.it

Cell. 3494001357 

I legni :Abete,Pino,Cipresso,Acero,Noce,Olivo,Pero,Ciliegio,Salice,Pioppo, ma anche Bosso, Carpino e…altre essenze oggi meno comuni. Teniamo presente che non ci sono documenti su questi aspetti della tecnologia medievale,che fino al Trecento c’era una disponibilità molto maggiore di legno rispetto a qualunque epoca successiva, che infine l’aria,l’acqua,il terreno non erano gli stessi di oggi,né lo erano le tecniche di taglio e conservazione e nemmeno,e soprattutto, non era la stessa l’età delle piante, che arrivavano al taglio presumibilmente molto più avanti rispetto a quanto accade oggi.( L’Europa si era ricoperta di fittissime foreste tra il V e l’X secolo e solo nel Basso Medioevo iniziò l’immane opera di disboscamento intrapresa allo scopo di far spazio a nuove colture). Poiché sta nel Legno la prima origine del suono dei nostri strumenti,è opportuno e irrinunciabile scegliere del materiale con caratteristiche “primitive” e che non abbia subito procedimenti artificiali come disinfestazioni,impregnazioni con sostanze chimiche e soprattutto stagionatura forzata.

Altri materiali utilizzati sono le pelli di capra e di agnello per le tavole armoniche di alcuni tipi di strumenti, il budello,il ferro e l’ottone in varie leghe per le corde,infine l’osso e il corno per alcuni particolari funzionali o decorativi.